La storia delle mucche

(che piaceva  tanto a Beatrice)

“Nonna mi racconti la storia delle mucche” chiede Beatrice.
“Ma te l’ho già raccontata tante volte…”
“Ancora, dai, per favore.”
“Allora, una mattina” incomincia la nonna, “dormivo o forse stavo per svegliarmi o forse sognavo, non so. In un piacevole dormiveglia, pieno di suoni, mi sembrava di sentire il muggito di una mucca, anzi, più di una: Muuuuuuuuuuu… MMuuuuuuuu… Mmuuuuuuuuuu… Non c’erano dubbi… erano proprio mucche! Sembrava ce ne fosse una in camera da letto o da qualche parte, lì nei pressi. MMUUUUUU… MUUUUU… Muuuuuuuuuu… Mi sono avvolta nelle lenzuola, le ho tirate fin sopra la testa… E adesso cosa faccio? Ho persino pensato di nascondermi… magari, sotto il letto! MMMUUUUUUUUUU… MUUUUUUUUUUU… continuavano, MMuuuuu… MMuuuuuuuuuu… il suono non era minaccioso. Bè, non avrò mica paura di una mucca?  mi sono detta dopo qualche momento, cercando di non perdere la calma, le mucche sono animali pacifici.

Ho aperto gli occhi e, pian piano, ho dato una spiata. Non c’erano mucche intorno a me, ma muggivano nelle immediate vicinanze. Forse saranno alla porta d’ingresso, ho pensato. Sarà meglio che vada a vedere. Mi sono alzata, ho infilato i blue jeans e un maglione e, con cautela e circospezione, mi sono avventurata nel soggiorno e poi nella cucina: nulla, delle mucche neanche l’ombra! Muuuuuuuuuuu… MUUUUUUUU… MMUUUUUUUMMMMUUUUUU…

Sentile, sentile… tuttavia non c’era nessuno davanti alla porta, peccato! Te lo immagini una mucca che suona il campanello? Mi sarebbe proprio piaciuto vederla! Ho deciso di lasciarmi guidare dal suono e mi sono ritrovata alla finestra del mio studio. Ed eccole là: due placide muccone che pascolavano tranquille nel nostro prato, contente di trovarsi fuori dalla stalla. Ma come avranno fatto ad arrivarci? Mah!”
“E Il nonno dov’era?” domanda Beatrice, come fa sempre, quando arriviamo alla fine della storia:
“Era lì che rideva e parlava alle mucche in inglese”:
”How do you do? You are very pretty cows… Beatrice would be pleased to meet you”

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;La storia delle mucche

  1. Thanks for your writing of the cows. Hard not too love the hard field workers — even if they break into your house to wish you a happy new year.

    Love, Charlie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...